Regione Veneto

Laghetto di Ca’ Nova

Ultima modifica 10 aprile 2017

Collocato a circa 170 metri di quota ai piedi del paese di Cavaion, il laghetto di Ca’ Nova è di origine morenica, lasciato dallo scioglimento del ghiacciaio würmiano, assieme ad altri stagni e laghetti intermorenici che dovevano esistere nella zona di Naiano e dei Pozzoi/Bossema. Ai bordi di questo laghetto, nell’età del Bronzo (tra il 2000 ed il 1500 a.C.) era posto un villaggio che ha fornito vari ritrovamenti.
Scoperto alla fine del 1980, l’insediamento ha fornito numerosi reperti, in particolare vasi e oggetti in terracotta, pugnali in bronzo, punte e oggetti in selce e in osso, conservati oggi presso il Museo Archeologico in Municipio. Si trattava di un villaggio di capanne di tronchi ed erbe palustri abitato da uomini dediti alla caccia, all’allevamento, a una modesta agricoltura e ad alcune forme di scambio e di commercio con i villaggi palafitticoli del Garda e con quelli dell’entroterra.

Quello di Ca’ Nova è uno stagno da sempre caratteristico del territorio cavaionese, purtroppo ridimensionato nel corso degli ultimi anni, a seguito di diversi interventi. Le visite, curate dall’Associazione Archeologica Cavaionese, si possono effettuare su prenotazione scrivendo una e mail all’indirizzo: ass.archeocavaion@gmail.com .